Seguici

Calcio women

Serie A: l’Inter cade in casa contro il Pomigliano. Guarino: «Sono delusa»

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 4 min.

«Dovevamo vincere. Sulla carta eravamo favorite ma non siamo state in grado di esprimere le nostre qualità sul campo. C’è tanta delusione». Esordisce così ai microfoni di Inter Tv, l’allenatrice dell’Inter, Rita Guarino dopo il match perso in casa contro il Pomigliano per 1-0. Il rammarico è tanto per una partita che le nerazzurre avrebbero potuto gestire e vincere senza troppe difficoltà. «La prestazione non mi è piaciuta, dobbiamo continuare a lavorare tanto fino alla fine della stagione», prosegue Guarino che non ha alcuna giustificazione per la prestazione messa in campo dalle sue calciatrici. La squadra campana fin dal primo minuto ha giocato con grinta, riuscendo a trovare un gol meraviglioso subito dopo la ripresa grazie a Giorgia Tudisco. Un vantaggio messo in cassaforte per il resto del match. «Il Pomigliano è una squadra organizzata, chiude bene gli spazi e sfrutta le ripartenze», commenta l’allenatrice. «Noi dovevamo essere più veloci e pazienti ma non abbiamo avuto la lucidità giusta per gestire la partita. Non abbiamo nemmeno sfruttato le poche occasioni che abbiamo avuto, soprattutto sul finale». Dando uno sguardo alla classifica, l’Inter è ferma a 29 punti, in quinta posizione dietro a Milan (33), Sassuolo (35), Roma (38) e Juventus (41). Mentre il Pomigliano sale a quota 19 punti, alla settima posizione.

Highlights del primo tempo – Pomigliano spregiudicato ma impreciso. La squadra campana gioca con coraggio, fa pressing sulla difesa nerazzurra, tenta di affondare verso la rete ma senza alcun successo. Gli errori sono i veri protagonisti del primo tempo, da una parte e dall’altra. Anche l’Inter, infatti, non riesce a concretizzare le proprie azioni offensive, con la prima occasione da gol che arriva solo al 36’ minuto con un tiro di Ajara Nchout bloccato dai guantoni di Anna Buhigas. Da parte del Pomigliano l’opportunità migliore arriva nel recupero. In area di rigore ci prova Victoria Dellaperuta prima e Luicija Vaitukaityte dopo con un destro che finisce direttamente sul fondo. I primi 45 minuti terminano senza aver regalato grandi emozioni con entrambe le squadre piuttosto bloccate. L’Inter cerca di gestire il possesso palla mentre le ospiti si affidano alle ripartenze, anche se poche e non troppo incisive.

Highlights del secondo tempo – La partita ricomincia con un gol. Rete del Pomigliano che si porta in vantaggio al 58’ grazie a un destro imprendibile di Tudisco. La numero 23 si inserisce centralmente e scaglia sotto la traversa un tiro secco, forte e preciso. Il risultato ammutolisce il tifo nerazzurro ma non soffoca del tutto la grinta delle ragazze di Rita Guarino che cercano il pareggio. Al 59’ Gloria Marinelli, subentrata al posto di Elisa Polli, impegna il portiere del Pomigliano con un destro al volo, servita grazie a uno splendido cross di Ajara Nchout. Un’altra e migliore occasione da gol arriva al 64’ sui piedi di Henrietta Csiszar. La centrocampista ungherese scaglia un destro al volo che si stampa sulla trasversa. L’Inter, nel frattempo, continua il suo arrembaggio, accompagnata dalle urla di Guarino. L’ultimo tentativo significativo è quello di Tatiana Bonetti. All’85’ la fantasista nerazzurra salta due avversarie fuori dall’area di rigore e calcia ma senza centrare lo specchio della porta.

Lisa Alborghetti – «Siamo dispiaciute, rammaricate», dice il capitano dell’Inter, Lisa Alborghetti, riprendendo le stesse dichiarazioni di Guarino. «Questa settimana lavoreremo per capire gli errori e per non commetterli più. Quando entriamo in campo mettiamo sempre il 100%, la volontà non manca mai. Ora dobbiamo prendere tutto quello che abbiamo fatto di sbagliato e lavorare a testa alta».

Le altre partite – Il campionato è più aperto che mai e la sedicesima giornata di campionato ne è stata la dimostrazione. La sfida di alta classifica tra Juventus e Roma è terminata con un pareggio: 1-1. A segnare sono state le giallorosse, prima con un autogol di Angela Soffia all’11’ e poi con Paloma Lazaro che ha rimediato al 61’. Un punto a testa che fa più male alla Roma, visto che in caso di vittoria avrebbe agganciato in testa a quota 40 punti la Juventus, dominatrice incontrastata della Serie A femminile. Le bianconere, invece, tirano un sospiro di sollievo e si mantengono a distanza, anche se di soli tre punti.

Era da anni che non si vedeva un campionato fin qui così equilibrato e ad aggiungere altro pepe ci ha pensato la Lazio che ha sconfitto per 3-1 il Sassuolo. Johanne Fridlund (1’), Giulia Ferrandi (24‎’) e ‎Rachel Cuschieri (90’) hanno regalato la seconda vittoria stagionale alle biancocelesti, scese in campo con la fascia al braccio in segno di lutto per la scomparsa dello storico capitano della squadra maschile, Pino Wilson. A frenare la corsa scudetto, oltre al Sassuolo, è stato anche il Milan che ha pareggiato in casa contro il Napoli. Allo stadio “Giuseppe Vismara”, Martina Toniolo all’86’ ha risposto al gol di Lindsey Thomas di inizio partita. Infine, sorridono sia Sampdoria che Empoli. Le blucerchiate hanno vinto per 2-0 (Florin Wagner 36′, ‎Melania Martinovic 40’) contro la Fiorentina mentre le l’Empoli ha sconfitto in trasferta l’Hellas Verona grazie al gol di Chante Dompig (73’).

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Giuliano Mellai | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.