Seguici

Altri Sport

Nel giorno dei Centurioni l’Italia vuole tornare alla vittoria

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 min.

Domani all’Olimpico di Roma l’Italia affronterà la Scozia nella quarta giornata del Sei Nazioni 2022, per fermare a 100 il numero delle sconfitte. L’allenatore degli Azzurri Kieran Crowley ha comunicato il 15 azzurro che affronterà gli highlanders. Rispetto alla partita di due settimane fa in Irlanda, gli azzurri avranno due novità. Il debutto del tallonatore Giacomo Nicotera che sostituirà l’infortunato Lucchesi e lo squalificato Faiva. Visto l’infortunio di Varney cambia anche il mediano di mischia, con Callum Braley che indosserà il 9 azzurro.

Il Quindici anti Scozia

15 Padovani, 14 Bruno, 13 Brex, 12 Marin, 11 Ioane, 10 Garbisi, 9 Braley, 8 Halaifi, 7 Lamaro (CAPITANO), 6 Pettinelli, 5 Ruzza, 4 Cannone, 3 Ceccarelli, 2 Nicotera, 1 Fischetti. Novità anche in panchina con il ritorno dell’ex capitano Bigi e la prima chiamata di Ange Capuozzo. Completano il roster Nemer,  Zilocchi, Sisi, Zuliani, Fusco e Zanon.

Parola di Capitano

Nell’odierna conferenza stampa di presentazione del match Capitan lamaro rispondendo alle domande dei cronisti presenti ha dichiarato: “Domani dovremo dimostrare che la squadra sta crescendo di settimana in settimana sfruttando la rabbia che ci ha lasciato l’episodio avvenuto contro l’Irlanda. Nella difficoltà di quel match abbiamo trovato, soprattutto a livello difensivo, delle soluzioni che poco tempo fa non avremmo potuto attuare……Da ormai molto tempo ci stiamo concentrando e stiamo lavorando prima di tutto sull’aspetto difensivo della squadra, perché da quello bisogna partire. Sappiamo però che contro Scozia e Galles sarà importante fare dei passi avanti anche a livello offensivo con un gioco più efficace e un maggior numero di palloni avanzanti”. Lamaro inoltre ha presentato l’esordiente Nicotera: “Si fa chiamare Mulo, come i ragazzi triestini. È un giocare estremamente fisico, e rappresenta anche un’ispirazione per il percorso che ha fatto per arrivare fin qui”.

La giornata dei Centurioni

Prima della partita la FIR, Federazione Italiana Rugby, ha deciso di istituire la “Cerimonia dei Centurioni”. Gli azzurri che avranno disputato 100 e più Caps a livello di partite internazionali, riceveranno un secondo, ed esclusivo cap (il copricapo che testimonia l’appartenenza ad almeno un test match internazionale), questo per riconoscere l’importanza di questi emblemi del rugby italiano. Il Presidente federale Innocenti consegnerà il cap celebrativo a:  Sara Barattin, Martin Castrogiovanni , Marco Bortolami, Leonardo Ghiraldini, Andrea Lo Cicero, Alessandro Troncon, Alessandro Zanni e Mauro Bergamasco.

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Giuliano Mellai | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.