Seguici

Cronaca & Spettacolo

Ciao Lino dal “Grande Talento”. Ci mancherai, tanto

Il ricordo del regista Avati: “Ad un certo punto divenne me”…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 min.

Ciao Lino dal “Grande Talento”. Ci mancherai, tanto

Il ricordo del regista Avati: “Ad un certo punto divenne me”…

Trentotto giorni dopo la scomparsa di Gianni Cavina il Cinema Italiano e quello del Maestro Pupi Avati perdono un attore di grande valore.

Ieri sera è venuto a mancare Lino Capolicchio (78 anni compiuti lo scorso 21 agosto) protagonista di innumerevoli racconti cinematografici del regista bolognese nonché sceneggiatore e attore teatrale.

Con Pupi Avati ha debuttato nella primavera del 1976 con il film-cult “La Casa dalle finestre che ridono” ma già Capolicchio aveva un nome avendo lavorato tra l’altro in “Il Giardino dei Finzi-Contini” di Vittorio De Sica sei anni prima.

Pupi Avati lo promosse a suo “alter ego” negli sceneggiati autobiografici “Jazz Band” e “Cinema!!!” in cui impersonò proprio la figura di Giuseppe (Pupi) Avati.

Altri svariati impegni con il Maestro bolognese, da “le Strelle nel Fosso” a “Ultimo Minuto”, da “Noi Tre” a “Una Sconfinata Giovinezza” e “Fratelli e Sorelle” fino alla sua ultima interpretazione nel prete de “Il Signor Diavolo”, tre anni fa, a fianco del compianto Gianni Cavina.

Personalmente l’ho ammirato la prima volta la sera di lunedì 19 dicembre 1977 su RaiUno nel film del 1973 di Luigi Filippo D’Amico “Amore e Ginnastica”, tratto dall’omonimo romanzo di Edmondo De Amicis e ambientato nel 1892 a Torino. Lui è nelle vesti di un imbranato ma insistente corteggiatore di Maria Pedani, maestra di Ginnastica e fanatica cultrice dell’attività fisica, interpretata dall’attrice austriaca Senta Berger. Dopo varie e simpatiche vicissitudini riesce a fare breccia nel cuore della Maestra.

Lino Capolicchio e Senta Berger in “Amore e Ginnastica” (1973) di Luigi Filippo D’Amico

Poi le sue interpretazioni in La Casa dalle finestre che Ridono, Jazz Band e Cinema a dar lustro alle celluloidi del Maestro Pupi Avati fino al “Signor Diavolo” con il quale purtroppo ci saluta fisicamente.

Ciao Lino, ci mancherai tanto.

Ricordati di salutare tutti, lassù.

Luigi Tommolini

Il Ricordo del Maestro Avati su “La Repubblica”


Intervista a Lino Capolicchio (Bietti)

FUNERALI

L’Associazione Giuseppe De Santis rende noto che i funerali di Lino Capolicchio, componente del nostro Comitato scientifico, avranno luogo venerdì 6 maggio p.v. alle ore 16.30 nella Chiesa di Santa Maria in Piazza – Santuario della Madonna del Cielo a Fondi, città dove egli abitava da alcuni anni con la compagna Francesca.

Il ricordo del mondo dello spettacolo è programmato per mercoledì 11 maggio p.v. alle ore 18.00 presso la Sala Deluxe della Casa del Cinema di Roma. Seguirà la proiezione del film “La casa dalle finestre che ridono” di Pupi Avati.

 


ARTICOLI CORRELATI

Ciao Gianni: porta un saluto e un bacio a tutti, lassù



Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Giuliano Mellai | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.