Seguici

Calcio

Juventus, Allegri: “Manderò la miglior formazione possibile, c’è la finale di Coppa Italia da preparare”

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 min.

Con la qualificazione aritmetica in tasca, la Juventus si appresta ad affrontare la trasferta di Marassi di domani sera contro il Genoa. Massimiliano Allegri ha presentato la gara in conferenza stampa.

Le parole di Allegri

“Mancano tre partite e dobbiamo fare più punti possibili. Abbiamo raggiunto l’obiettivo del quarto posto minimo con tre giornate d’anticipo e siamo contenti di questo. Abbiamo da preparare una finale di Coppa Italia e il Genoa è una squadra che ha la possibilità di salvarsi, manderò in campo la miglior formazione possibile”.

“Danilo riposerà, con questa fascite si è allenato poco, gli ho dato qualche giorno di riposo. Pellegrini non sarà a disposizione per un problema alla caviglia. Rientrerà Cuadrado, ci sarà De Sciglio, che a Roma sarà out. Miretti è a disposizione, domani gioca. Vediamo Arthur come sta, valuteremo oggi. De Sciglio è normale che non giocando mercoledì se domani riuscisse a giocare 90 minuti mi farebbe un favore. La Coppa Italia è un obiettivo, così come la Champions, è una competizione molto difficile da vincere ma l’ambizione c’è sempre. Niente è impossibile, se pensiamo di non poter raggiungere gli obiettivi è un limite”.

“Devo fare i complimenti a Orsato per come ha arbitrato la partita. È un livello tecnico e fisico veramente alto, è stata una partita meravigliosa, il Real ha dimostrato che le partite non finiscono mai, che l’aspetto caratteriale fa la differenza. Non è vero che il calcio italiano è lontano, negli ultimi 10 anni la Juve ha raggiunto due finali, è normale che la Juve stia cambiando molti giocatori e non sempre nel calcio possiamo arrivare a fare certi risultati. Ci sono sei squadre in Europa che sono nettamente più forti: Real, PSG, Bayern, City, Chelsea e Liverpool. Poi l’ambizione di arrivare in finale ce l’abbiamo tutti, ma la realtà è un’altra cosa”.

Ancelotti ha fatto una cosa straordinaria. Dopo tutto quello che ha vinto e ha fatto, è stato molto criticato. Questo perchè non è un allenatore di moda invece, come dico sempre, le mode passano però dopo i classici rimangono e Carlo credo sia classico, come un vestito blu e uno grigio, non passerà mai”.

“Oggi deciderò chi giocherà davanti ma stanno tutti abbastanza bene. Rendimento di Zakaria? Difficile che un calciatore giochi bene tutte le partite. Lui è arrivato da un campionato diverso con ritmi diversi. Però sono molto contento, è un ragazzo intelligente che apprende. Vlahovic? Sono molto contento di quello che sta facendo, non mi aspettavo riuscisse a integrarsi così bene nella squadra. Ha fatto tanto rispetto a quello che poteva fare. Domani è probabile che giochi“.

“Allegri infine guarda anche alla prossima settimana, la finale contro l’Inter: “Per due anni la Coppa Italia è stata giocata davanti a poche persone, quest’anno si gioca a Roma, con una pressione diversa, sarà una serata molto bella di sport. Viverla è la cosa più bella. Poi se siamo bravi e fortunati la portiamo a casa”.

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Giuliano Mellai | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.