Seguici

Serie B

Mota e Gytkjaer, buona la prima per il Monza, che in zona Cesarini subisce però il gol di Berra

Gara 1 va ai padroni di casa, più concreti e lucidi sotto porta. Segnano Mota nel primo tempo e Gytkjaer nel secondo. D’Angelo tiene in campo per tutta la gara Lucca, ma il centravanti sbaglia diverse palle gol. I toscani però, la rete, la trovano, all’ultimo respiro, con il subentrato Berra. Domenica all’Arena Garibaldi, si disputerà la gara della verità

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 3 min.

Fumogeni, curva Davide Pieri colma in ogni posto, tribuna stampa gremita e tribuna autorità straripante: si è una finale play off, gara 1 e Monza, tutta Monza, è allo stadio.

Ed è subito Mota, alla prima vera sortita, passa a condurre il Monza.

Il fante Patrick Ciurria mette in mezzo un pallone dalla sinistra che Mota, di prima intenzione, mantenendo la palla bassa, mette dentro.

Dopo 8 minuti di letture tattiche, ecco la prima cosa bella del match, che sposta la gara dalla parte brianzola: la zampata del portoghese Mota.

Il Pisa subisce lo svantaggio, e i rifornimenti a Lucca, sono infatti piuttosto sfilacciati e prevedibili.

Il Monza riesce a distendersi: Carlos Augusto va via sulla mancina, palla in mezzo e per un amen Mota non trova l’appuntamento con la doppietta.

Come di un soffio entra una punizione di Barberis, incocciata da Caldirola e che per poco la difesa pisana stava per mettere alle spalle di Nicolas.

Si rivede seriamente il Pisa subito dopo la mezz’ora, con la combinazione, da corner, Benali –Lucca: destro di quest’ultimo ma alto

Lucca, questa volta in veste assistman serve una palla dalla destra ma Puscas manca di un nulla l’appuntamento con la stoccata vincente.

Il Pisa è vivo, tre indizi fanno una prova, tre occasioni dicono un ritrovato pericolo: ma Puscas, il match winner della prima promozione del Benevento, apre troppo il destro e cicca il più semplice dei pareggi.

Torna a respirare la squadra di Stroppa con un sinistro di Ciurria, sbilenco ma è un segnale, dopo alcuni minuti di sola marca pisana.

Finale di frazione con Benali lanciato a rete che però si fa anticipare da Di Gregorio.

Parte forte il secondo tempo, con Lucca che viene ipnotizzato da Di Gregorio e con Barberis , il cui lob viene vanificato da Nicolas.

La precisione, questa sconosciuta di parecchie iniziative toscane: come quando Mastinu lascia partire un mancino altissimo ed inguardabile a questi livelli.

Entra molto bene in campo Sibilli, che rileva Mastinu. Sinistro e palo, che ravviva un po’ il Pisa.

D’Angelo getta nella mischia anche Torregrossa per Puscas, e non leva un Lucca, davvero lontano anni luce dal giocatore che ad inizio stagione, aveva impressionato.

Al 27’ della ripresa però il Monza concede il bis. Palla con i giri giusti di Marrone per D’Alessandro, cross, stacco di Dany Mota paratona di Nicolas e poi come un falco arriva il vichingo Gytkjaer che mette dentro,  di testa.

Il Pisa ha creato tanto ma poi ha sprecato. Il Monza ha creato due occasioni nitide e le ha capitalizzate al meglio.

Ancora il danese, torsione e palla di poco fuori. Il Monza è gasato sostenuto dal suo commovente pubblico che urla a più non posso Monza, Monza, Monza. Mai come adesso davvero la promozione è a un tiro di schioppo, Ma, c’è ancora la gara di ritorno.

Mota poi prova la magia ad incrociare e per poco la palla non s’insacca sotto l’incrocio.

Il Pisa prosegue la gara con la forza della disperazione e proprio questa permette ai neroblu di trovare, ai titoli di coda con il subentrato Berra (dentro al 33′ della ripresa per Beruatto), la rete, di testa, che li tiene in vita per il ritorno.

Come botti a ripetizioni lo sanciscono, nella curva nord, quella che ospita i tifosi pisani.

Leggero silenzio ma bandiere comunque sventolanti nella curva monsiasca Davide Pieri.

Tutto, si deciderà domenica.

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Giuliano Mellai | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.