Seguici

Rugby

A Firenze l’Italrugby va in “Paradiso”

Nella città di Dante l’Italia sconfigge l’Australia dopo averci vinto anche contro il Sudafrica.

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 min.

L’Artemio Franchi di Firenze per  l’Italrugby diventa la “Casa dei  Sogni”. Nel 2016 il XV azzurro aveva battuto il Sudafrica per la prima volta. Quest’oggi il capoluogo toscano apre di nuovo le porte del “Paradiso” ospitando la prima vittoria di sempre contro l’Australia. I Wallabies cedono per 28-27, anche se il punteggio nella misura è quanto mai bugiardo rispetto alla mole di gioco ed ai calci sbagliati dalla nazionale azzurra. La trasformazione finale sbagliata dall’esordiente australiano Donaldson sarebbe stata una beffa atroce per Lamaro e compagni.

Il match

Pronti via e l’Italia inizia la partita col giusto approccio. Dopo l’errore sulla ricezione australiana del calcio d’inizio azzurro, Allan trasforma in 3 punti, dopo 35 secondi di gioco, il primo piazzato. Gli ospiti dopo 4 minuti riequilibrano il match con un piazzato davanti ai pali. Al 15′ l’Australia rimane in 14 per il giallo dato a Gordon dopo un inutile ostruzione in ritardo. L’Italia in superiorità costringe l’Australia in difesa. Pierre Bruno con la prima meta del match, trasformata da Allan, riscalda i cuori italiani e delle azzurre. Il 10-3 accende il pubblico italiano. Dopo l’ennesimo pallone recuperato da Morisi, Capitan Lamaro penetra la difesa australiana. L’ovale giunge a Capuozzo che fintando l’ultimo passaggio mette a segno la seconda metà azzurra trasformata da Allan. 17-8 che incanala la partita sui binari azzurri. Gli ultimi 10 minuti del primo tempo vedono la reazione Wallabies. L’Australia, tornata in 15 uomini, reagisce allo svantaggio con un invenzione di Lolesio che lancia Tom Wright sulla sinistra. L’ala australiana vola in meta per il 17-8, punteggio con cui si chiudono i primi 40 minuti.

La ripresa

Questa volta l’inizio del tempo è di marca Australiana. Fraser McReight va in meta ed il gioco australiano fa male alla difesa italiana. I Wallabies attaccano con più profitto rispetto a inizio partita e trova possessi veloci che fanno male alla difesa italiana. Allan da par suo sbaglia due calci che potrebbero dare il break all’Italia. Al minuto 65 da una touche azzurra, la squadra di Crowley organizza una nuova azione multifase finalizzata ancora da Capuozzo. L’incontro sembra segnato e di colore azzurro, ma tre minuti dopo l’Australia scarta un regalo azzurro dopo una persa di Lorenzo Cannone. Il pilone Robertson graziato dagli arbitri pochi minuti prima per un placcaggio in ritardo e senza palla, schiaccia in metà. Gli ultimi 10 minuti sono da non consigliare ai deboli di cuore. Al 71′ Padovani, subentrato ad Allan sbaglia un piazzato centralissimo, dopo 2 errori di Allan, ma al minuto 74 realizza il calcio del +6 Italia. L’Australia punta sull’orgoglio prova a ribaltare il match con l’ultima azione dopo il minuto 80. Il Franchi incredulo vede Cadeyrn Neville schiacciare in meta. La trasformazione sembrerebbe una formalità, ma l’esordiente Ben Donaldson manda al lato il sorpasso Wallabies con gli azzurri pronti a festeggiare la loro storica impresa. 28 a 27 il punteggio che regala ai nostri una giornata paradisiaca ed ai Wallabies l’inferno della prima sconfitta della storia contro l’Italia.

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Giuliano Mellai | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.