Seguici

Europa League

Super Zaniolo e la Roma accede ai playoff di Europa League

L’attaccante giallorosso propizia i due rigori e chiude la gara con un super goal.

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 6 min.

La Roma vince in rimonta col cuore grazie all’atteggiamento mostrato ad inizio ripresa, grazie ai cambi, ad un grande Zaniolo, artefice di una partita sontuosa, dopo aver sofferto per un tempo, essere andata in svantaggio di un goal, aver ribaltato il risultato con due calci di rigore, aver sofferto nuovamente sul 2-1 ed aver chiuso la gara con una prodezza del suo attaccante numero 22. Secondo posto nel girone e playoff di Europa League. Playoff guadagnati e voluti fortemente, strappati con le unghie e con i denti. Molto buono il primo tempo del Ludogorets, confermato dal vantaggio di Rick, subisce il ritorno della Roma ad inizio ripresa, ci riprova arrivando al goal poi annullato dal VAR ma deve infine arrendersi alla qualità superiore degli avversari e del loro uomo di punta della serata, che risponde al nome di Nicolò Zaniolo.

La Roma ha un solo risultato, la vittoria, per raggiungere la qualificazione ai playoff di Europa League, e affrontare una delle “retrocesse” dalla Champions League. Gli ospiti, invece, possono contare su un miglior piazzamento nel girone e quindi giocare per due risultati su tre. Quindicesimo sold out consecutivo per i giallorossi. 60mila gli spettatori presenti all’Olimpico, di cui una sessantina tifosi giunti dalla Bulgaria. Nella Roma Mancini out per squalifica, al suo posto Vina nel terzetto difensivo con Smalling e Ibanez. Karsdorp ed El Shaarawy sugli esterni, Camara e Matic coppia centrale; Pellegrini a sostegno di Abraham e Belotti.

Ad inizio gara Roma molto aggressiva sui portatori di palla, con Camara a uomo su Piotrowski e Pellegrini che segue Naressi. Ospiti col doppio mediano, terzini e trequartisti esterni larghissimi, con Witry molto alto sull’out di destra. Sulla carta un 4-2-3-1 con l’esterno destro d’attacco Tekpetey (il migliore dei suoi nella prima frazione) che fa l’elastico sulla fascia abbassandosi molto in fase di non possesso.

Primo squillo della Roma al 4’ con un tiro a lato di Pellegrini. Sono gli ospiti però a rendersi pericolosi su una palla persa dalla difesa romanista, con Teptekey al 7’ per Thiago che però manca il tapin. Padroni di casa che tengono il pallino, almeno per la prima mezz’ora, ma le manovre per liberare gli esterni non sono sempre veloci; ospiti che aspettano e difendono con ordine, per poi ripartire con i rapidi attaccanti. I bulgari si chiudono bene, partita di sacrificio e di corsa, ma nel primo tempo respingono con tranquillità i tentativi non sempre pericolosi dei giallorossi. Qualche conclusione da fuori, soprattutto con Pellegrini, e poco più per i giallorossi. Padroni di casa imprecisi negli ultimi venti metri e a volte frettolosi, quasi frenetici nelle scelte di gioco. Viene così favorito il gioco dei bulgari, che aumentano gli attacchi dalla mezz’ora. Prima al 38’ Rick per Tekpetey dal limite con palla a lato. Poi una bella giocata al 40’ con giropalla per Cauly che prova il tiro a giro, palla fuori. Infine al minuto 41’ il goal degli ospiti, che era nell’aria: galoppata di Rick che parte dalla propria metà campo. Resiste prima a Camara e poi a Pellegrini, arriva dai 20 metri e scarica un destro fortissimo che si insacca nell’angolo alla destra di Rui Patricio. Nel recupero della prima frazione altra ripartenza ospite con Cicinho che prova di sinistro. Palla fuori.

Fischi dell’Olimpico a fine primo tempo con la Roma sotto di un goal. Serve di più per non finire a giocare i playoff di Conference League.

Tre i cambi di Mourinho ad inizio ripresa: dentro Zaniolo per Belotti, Volpato per Camara e Cristante per Karsdorp. Mourinho scuote i suoi negli spogliatoi e la Roma entra in campo decisamente con un altro piglio, creando subito una doppia occasione: al 1’st Pellegrini libera Zaniolo, tiro contrato. Al volo El Shaarawy, devia il portiere. Ancora il faraone supera due uomini e prova. Respinge ancora il portiere ospite. Buono l’impatto di Volpato sul match che ci prova al 7’. Supera due uomini e calcia. Tiro deviato in corner. Sugli sviluppi testa di Smalling ancora con deviazione ma para l’estremo bulgaro. Passano due minuti ed ecco l’episodio che cambia la gara. Cross di Ibanez da destra, sponda di petto di Abraham per Zaniolo atterrato da Cicinho. Rigore per la Roma che Pellegrini trasforma spiazzando Padt. 1-1 dopo dieci minuti della ripresa.

La Roma spinge, ci crede, è praticamente un assedio. Dopo un tentativo debole di Zaniolo è di nuovo rigore per la Roma. Al 20’ della ripresa Pellegrini serve di prima Zaniolo in profondità. Sprint del 22 con Verdon che lo spinge alle spalle. Per l’arbitro Dabanovic non ci sono dubbi. Ancora rigore, ancora Pellegrini, ancora palla da una parte e portiere dall’altra. E’ il 2-1. Zaniolo è una furia, pressa su tutti i palloni e su ogni avversario, recupera e riparte. Ottimo l’ingresso dell’attaccante giallorosso. Lui e Volpato cambiano il volto della formazione di Mourinho apportando qualità, velocità, grinta, entusiasmo. Al 25’ st triplo cambio anche per gli ospiti, che provano a rimettere in piedi la gara: dentro Despodov, Tissera e Nonato. La Roma a trazione offensiva inizia ad allungarsi. Alla mezz’ora da un corner per i giallorossi ripartenza lampo del Ludogorets. Parte Cauly, si fa 50 metri palla al piede e serve Despodov. Para con i piedi Rui Patricio. E’ il preludio al goal del pari. Al 31’ Rick serve Tissera che tira dal limite. Respinta corta che favorisce Nonato che ribadisce in rete. Minuti intensi ed infiniti per i tifosi giallorossi per un fallo di Rick su Ibanez ad inizio azione. Dopo il check del VAR l’arbitro annulla il goal, oltre a dare il giallo per Rick. Si resta sul 2-1 per i giallorossi. Mourinho toglie Volpato, buonissima la sua prestazione, per Bove. La Roma assume un atteggiamento più attendista, e Zaniolo si mette in proprio per scrivere la parola fine. Al 40’ decide di fare tutto da solo, parte dalla trequarti, supera di forza e tecnica tre uomini, entra in area ed in punta di fioretto supera Padt. Super goal dell’esterno giallorosso e partita in ghiaccio. 3-1.

La Roma approda ai playoff di Europa League, se la vedrà con una delle “retrocesse” dalla Champions. Da rivedere la prestazione del primo tempo, quando forse la frenesia e la voglia di far goal annebbiano le scelte dell’ultimo passaggio e consentono ai bulgari di passare in vantaggio. Bene l’atteggiamento di inizio ripresa, buone le scelte di Mourinho per le sostituzioni, soprattutto con Zaniolo e Volpato. L’attaccante di Massa è l’arma in più di questa squadra. Ci mette grinta, voglia, tecnica, rapidità, senso del goal. Il migliore in campo per distacco. Ancora qualche difetto sul 2-1 quando la Roma concede spazio agli ospiti, rischiando di farli rientrare in partita. Fortunatamente ci pensa poi Zaniolo a chiudere la pratica.

Tabellino:

ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio; Ibanez, Smalling, Vina; Karsdorp, Matic, Camara, El Shaarawy; Pellegrini; Abraham, Belotti. All.: Mourinho. A disp.: Svilar, Boer, Tripi, Kumbulla, Celik, Zalewski, Bove, Cristante, Faticanti, Zaniolo, Shomurodov, Volpato.

LUDOGORETS (4-2-3-1): Padt; Witry, Verdon, Nedyalkov, Cicinho; Piotrowski, Naressi; Tekpetey, Cauly, Rick; Thiago. All.: Simundza. A disp.: Sluga, Hristov, Terziev, Plastun, Grupper, Dimitrov, Cafumana, Goncalves, Yordanov, Georgiev, Tissera, Nonato, Delev.

ARBITRO: Dabanovic (Montenegro)

MARCATORI: 41’ Rick (L); 11’st rig. Pellegrini (R); 20’ rig. Pellegrini (R); 40’ Zaniolo (R);

AMMONITI: 15’ Cicinho (L); 3’st Volpato (R); 16’ Thiago (L); 19’st Nedyalkov (L); 19’ Piotrowski (L); 33’ Rick (L); 42’st Zaniolo (R); 43’st Vina (R);

ESPULSI: 90’ Verdon (L);

Per info su Oggi Sport Notizie: https://oggisportnotizie.it/

e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisportnotizie

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Giuliano Mellai | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.