Seguici

Calcio

Inter Verona 2-1, Frattesi lancia l’Inter in una partita pazza

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 5 min.

Chiamatela di nuovo pazza Inter. I nerazzurri battono il Verona 2-1 in una partita dalle mille emozioni. Decide Frattesi nel finale con un gol che può valere tantissimo in ottica scudetto. I nerazzurri sono campioni d’inverno dopo aver vissuto una gara sulle montagne russe. Apre Lautaro Martinez, il Verona non molla e trova il pari con Henry al settantacinquesimo. Frattesi spinge in rete il 2-1 dopo quindici minuti di assedio e il Verona fallisce un rigore con Henry al novantottesimo. I nearzzurri chiudono il girone d’andata con 48 punti e una gara da batticuore. Nell’attesa della Juventus di Massimiliano Allegri chiamata a rispondere nella difficile trasferta di Salerno. 

Primo Tempo – la cronaca

Parte subito forte l’Hellas Verona. Incursione sulla destra e palla dentro l’area di rigore per Suslov. Conclusione potente ma Sommer respinge salvando i nerazzurri.

Passano i minuti e Inter comincia a macinare gioco. All’ottavo minuto prima occasione dei nerazzurri con Carlo Augusto. L’ex Monza viene trovato in area di rigore e calcia fortissimo con il sinistro. Conclusione murata in angolo tra gli applausi del Meazza.

La rete dell’Inter arriva cinque minuti dopo al termine di una splendida azione corale. Thuram è titanico nel corpo a corpo con Coppola e serve Mkhytarian. L’armeno avanza al limite dell’area di rigore e pesca Lautaro Martinez. Il toro stoppa e calcia di punta mettendo a sedere Montipò. Spietato il numero 10 che trova il suo sedicesimo gol in campionato in diciannove partite.

Il Verona viene colpito ma non barcolla. La squadra di Baroni va vicina al pari con Djuric. Cross dalla destra di Tchatchoua per il gigante di Tuzla che schiaccia di testa ma colpisce troppo centralemnete. Sommer blocca il pallone sulla linea di porta il pallone del pareggio. Nella circostanza grave la disattenzione di Pavard e Dumfries complici nel perdere la marcatura sul numero undici.

Passato lo spavento l’Inter reagisce su palla inattiva. Cross di Chalanoglu dalla destra e colpo di testa di Bastoni che esce a lato di poco. Gran tagio sul primo palo del numero 95 e buona chance per trovare il raddoppio.

Il primo tempo si chiude con un calcio di punizione per l’Hellas bloccato dai guantoni di Sommer. Al duplice fischio di Fabbri le squadre tornano negli spogliatoi con il risultato in bilico. 

Secondo Tempo – la cronaca 

Il secondo tempo si apre con un cambio per l’Hellas Verona. Marco Baroni lancia nella mischia Lazovic al posto di Mboula. Parte subito forte la squadra ospite con un Suslov, il cui sinistro potentissimo si spegne sul fondo.

Al terzo minuto l’Inter trova il gol con Lautaro ma Fabbri ferma tutto per fuorigioco. Dopo un check-var viene confermato l’offiside sulla sponda di Acerbi per Lautaro, abile a mettere in porta alle spalle di Montipò.

Verona ancora pericoloso all’ottavo minuto. Doig crossa dalla sinistra per Djuric che in spaccata mette il pallone fuori dalla porta di Sommer. Brivido Inter e altro squillo dell’Hellas Verona.

Il Verona continua a premere ma l’Inter prova a reagire. Dumfries mette un pallone teso al centro per Lautaro intercettato da Montipò. Molto attento nell’uscita bassa il portiere scaligero. 

La squadra di Inzaghi alza il ritmo della partita e prova a chiudere il Verona nella sua area di rigore. Pavard mette al centro per Thuram ma il colpo di testa del francese finisce largo alla destra di Montipò.

Inzaghi costretto al primo cambio dopo quindici minuti. Dumfries viene sostituito da Darmian lungo la corsia di destra. Un po’ dolorante l’olandese che già nel primo tempo sembrava accusare qualche problema muscolare. 

Passano cinque minuti e l’Inter sfiora i raddoppio. Lautaro lavora il pallone al limite dell’area e serve Chalanoglu. La conclusione potente del turco finisce larga non di molto alla destra di Montipò. 

A venti minuti dalla fine Inzaghi opera un doppio cambio inserendo Arnautovic e Dimarco al posto di Thuram e Carlos Augusto. Marco Baroni risponde mettendo dentro Cabal e Henry per Djuric e Doig. Deludente la prestazione del bosniaco inefficace davanti a Sommer.

A quindici minuti dalla fine il Verona trova il pari. Duda scappa sulla destra e trova Henry che con la coscia batte Sommer gelando S.Siro. Gol meritato per il Verona che è sempre stato in partita senza temere la prima della classe. 

L’Inter prova a scuotersi sfruttando le palle inattive e va vicinissima pareggio. Dimarco a dieci dalla fine crossa tagliato al centro e Montipò è strepitoso nella deviazione sulla destra. Per poco Arnautovic non arriva sul pallone per spingere dentro il 2-1.

Il Verona si rintana dietro e rischia anche due minuti dopo. Cross di Chalanoglu dalla sinistra e colpo di testa di Lautaro Martinez bloccato da Montipò. Inzaghi toglie dal campo Mkhytarian e Pavard e getta nella mischia Sanchez e Frattesi. Inter con tre punte nel finale di gara e Verona sempre più schiacciato in difesa. 

 L’Inter prova a creare i presupposti per il gol anche a tre minuti dalla fine. Lautaro colpisce debolmente di testa e Montipò blocca il pallone, mentre Baroni inserisce Kallon per uno stanchissimo Ngonge. Prima dei cinque minuti di recuero Baroni toglie dal campo anche Suslov per Charlys.

Al primo minuto di recupero clamoroso errore di Arnautovic. Acerbi solo davanti a Montipò alza il pallone e l’austriaco a un metro dalla porta manca il tap in di testa contrastato dalla difesa gialloblu. 

Passano due minuti e al 93esimo L’Inter trova il vantaggio. Bastoni calcia sulla traversa dal limite dell’area di rigore. L’azione prosegue e sul tiro da fuori di Barella respinto da Montipò Frattesi trova il gol del vantaggio. Delirio totale a S.Siro per il vantaggio Inter ed espulsione di Lazovic per proteste sull’azione del gol. 

Il Verona si getta in avanti e al 98′ Fabbri viene richiamato al Var. Darmian interviene in maniera irregolare in mischia e dopo aver rivisto le immagini al monitor l’arbitro fischia il calcio di rigore. Dal dischetto Henry colpisce il palo e fallisce il 2-2 in una partita dalle mille emozioni.

Le pagelle di Inter – Verona 

INTER (3-5-2): Sommer 6,5 Pavard 5,5 Acerbi 6 Bastoni 6 Dumfries 6 Barella 6,5 Calhanoglu 6,5 Mkhitaryan 6,5 Carlos Augusto 6 Thuram 6,5 Lautaro Martinez 7  Dalla panchina: Darmian 6 Dimarco 6 Aranutovic 5,5 Sanchez s.v. Frattesi 6,5

VERONA (4-2-3-1): Montipò 6 Tchatchoua 6 Coppola 6 Magnani 5,5 Doig 5,5 Duda 6,5  Suslov 5,5 Ngonge 6,5  Folorunsho 5,5 Mboula 5,5 Djuric 5,5 Dalla panchina: Henry 6 Cabal 6, Lazovic 5,5, Kallon s.v. Charys s.v.




Dove trovare Oggi Sport Notizie:




Pubblicità

Facebook

ACF Fiorentina ac milan ac monza AIA allegri Altro Calcio Ascoli Calcio 1898 AS Roma atalanta basket calcio femminile Calcio Internazionale calciomercato champions league conferenza stampa Coppa Italia curiosità Designazione Arbitrale Europa League Frosinone Giudice Sportivo Hellas Verona Inter FC inzaghi italia Juventus FC Nazionale news numeri pallavolo press conference Programma Gare Qatar 2022 roma scherma Serie A Serie B serie C serie D spalletti SSC Napoli ss lazio Tennis US Cremonese volley

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Leonardo De Lauretis | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.