Seguici

Serie A

Pioli: “Orgoglioso del lavoro che stiamo facendo”

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 min.

Il Milan sbanca il Castellani e mister Pioli si coccola veterani e giovani. “Traoré e co.? Umili consapevoli di essere nel mondo degli adulti”

Mister Stefano Pioli può gioire: il suo Milan ha espugnato il campo di Empoli con un grande primo tempo, per poi chiudere definitivamente i giochi nel finale col primo gol in A di Chaka Traoré.

“Partita giocata con attenzione e determinazione – queste le parole del mister rossonero -Unica nota stonata l’infortunio di Florenzi che però dice di essermi fermato in tempo. Dobbiamo pensare di aver fatto un girone d’andata migliore dell’anno scorso e di dover fare ancora meglio nel ritorno. Ci sono tanti punti a disposizione e, con questa mentalità possiamo farcela. L’Atalanta? Non ho avuto tempo di pensarci, ma ho modo di poter schierare una squadra competitiva e prenderci la semifinale di Coppa Italia”.

Il Milan si sblocca in trasferta dopo tre mesi: un risultato importante per un gruppo che Stefano Pioli non ha mai smesso di spingere e, al contempo, difendere.

“Sono orgoglioso del tipo di lavoro che stiamo facendo. I ragazzi giovani hanno molta umiltà: cosa non facile da riscontrare nei giovani di oggi. Sono disponibili, hanno entusiasmo. Bisogna farli crescere perché sono entrati nel mondo degli adulti e gli adulti li aiutano ad esserne consapevoli”.

Le parole di mister Andreazzoli

“Due Empoli diverse? Non le ho viste, francamente – ha così esordito il tecnico dell’Empoli – Giocavamo contro una squadra di alta qualità e la loro capacità di realizzare è stato quello che ha spostato l’ago della bilancia. Nell’intervallo ho detto di non pensare allo 0-2 e ho visto il giusto atteggiamento. Resta l’amaro in bocca per non averla riaperta, ma mi accontento della partecipazione che c’è stata in una gara così complessa”.

Adesso l’Empoli sarà chiamato a tutt’altro tipo di girone di ritorno. I 10 gol in 19 gare sono il maggiore campanello d’allarme per la squadra toscana: servirà il mercato?

“Dobbiamo lavorare per il futuro: per esperienza so che in un girone si possono fare tante cose, in positivo e in negativo. Serve anche il fattore C ogni tanto, soprattutto in fase finale. E bisogna anche superare le avversità: oggi con Luperto e Gyasi abbiamo avuto comunque ottime risposte, nonostante fossero fuori ruolo. Se ho chiesto una punta? Con la società ne parliamo. 10 gol sono pochi, è evidente e non ci nascondiamo. A me interessa che la squadra sia propositiva e che guardi avanti. Solo questo ci può dare risultati. Il Var? Uno schifo e non per colpa degli arbitri, che ne sono danneggiati. C’è bisogno di un metodo uniforme: c’è un dubbio? Vallo a rivedere e basta”.




Dove trovare Oggi Sport Notizie:




Pubblicità

Facebook

ACF Fiorentina ac milan ac monza AIA Altro Calcio Ascoli Calcio 1898 AS Roma atalanta basket calcio femminile Calcio Internazionale calciomercato champions league conferenza stampa Coppa Italia curiosità Designazione Arbitrale Europa League evidenza Frosinone Giudice Sportivo Hellas Verona Inter FC inzaghi italia Juventus FC news numeri pallavolo press conference Programma Gare Qatar 2022 Risultati roma scherma Serie A Serie B serie C serie D spalletti SSC Napoli ss lazio Tennis US Cremonese volley

Copyright © 2022 | OggiSportNotizie.it iscritto al Tribunale di Teramo con il n. 317 del 23 febbraio 2022 | Editore: Associazione ERASMUSTE Sede legale via Balzarini 1 c/o UNITE - 64100 Teramo e-mail: teramo@esn.it | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | Presidente: Leonardo De Lauretis | CF: 92030830670 | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione | Tutti i diritti sono riservati.